weather

La Storia





Malta ha una storia ricca di influenze culturali – che ha ospitato Fenici, Bizantini, Cartaginesi, Aragonesi, Arabi, Greci, Fenici, Cavalieri di San Giovanni, il francese e l’impero britannico.

 

 

La Preistoria

Comuni ad altre culture mediterranee, i primi abitanti dell’isola erano cacciatori della pietra e contadini che viaggiavano dalla vicina Sicilia. In realtà, questi coloni lasciato un vasto patrimonio di siti antichi. Questi sono stati successivamente seguiti dai Greci antichi e commercianti fenici.

 

Gli arabi

 

All’inizio della storia di Malta, civiltà Sicilio-arabi si stabilirono a Malta per circa 200 anni – che giocano un ruolo importante nella formazione delle radici di un paese che è diventato una rete unica di cultura semitica ed europea.

 

Cavalieri di Malta

 

Nel corso del 16 ° secolo, re spagnolo Carlo V donò Malta l’Ordine di San Giovanni al fine di proteggere Roma da una Ottomano prospera. L’Ordine ha occupato l’isola per oltre 200 anni, vincendo il Grande Assedio, una guerra che fermò l’invasione ottomana dell’Europa; sviluppo del potenziale infrastrutturale e culturale dell’isola.

Dopo l’assedio, i Cavalieri fondato e costruito Valletta, capitale di Malta, che è lodato fino ad oggi per la sua struttura sana e bella architettura.

 

La conquista napoleonica

 

Il potere dell’Ordine è diminuito nel corso dei secoli, permettendo l’impero francese di prendere tutta l’isola facilmente – l’Ordine ha firmato un accordo per cedere la sovranità dell’isola alla Francia il 11 Giugno 1798.

Mentre l’isola fu occupata dai francesi per due anni, Napoleone Bonaparte si è speso solo circa sei giorni sull’isola. Tuttavia, egli è noto per aver raggiunto un numero significativo di riforme break-through nei settori della pubblica amministrazione e finanza; libertà, cioè garantire la libertà di oltre 2.000 schiavi; il sistema giuridico; il sistema di istruzione, quindici scuole primarie e convertendo l’Università in una istituzione pubblica.

 

L’Impero Britannico

 

Dopo il Trattato di Amiens nel 1800, Malta divenne parte dell’Impero Britannico. L’importanza dell’isola è aumentato notevolmente dopo il Canale di Suez è stato aperto in seguito quel secolo.

Sotto l’impero britannico, Malta ha visto lo sviluppo della classe politica e le varie discussioni pubbliche relative alla sua identità – come la questione della lingua, riguardo al fatto che la lingua ufficiale di Malta dovrebbe essere in inglese o italiano.

Grazie alla sua posizione strategica, Malta ha svolto un ruolo fondamentale nella vittoria degli Alleati durante la Seconda Guerra Mondiale – dopo la guerra, Malta ha ricevuto la Croce di San Giorgio, che è oggi parte della bandiera maltese.

 

L’ indipendenza

 

Malta ha ricevuto l’indipendenza dagli inglesi nel 1964, ma mantiene ancora il suo status di paese del Commonwealth. Nel 2004, Malta è diventata membro a pieno titolo dell’Unione europea.

Facebook

Get the Facebook Likebox Slider Pro for WordPress